Log In

Focus sul nuovo Google Nexus 6P

Ieri come ormai tutti saprete è stata la “giornata dei Nexus”, alle 17.45 (ora italiana) sul palco venivano presentati ufficialmente il Google Nexus 5X e 6P, i dispositivi hanno portato impressioni a caldo da parte degli utenti che si sono divise come al solito tra quelle entusiaste per il nuovo design e i GB di RAM e quelle che criticano proprio questi ultimi.

Sotto il nostro punto di vista Google ha sicuramente sfornato come al solito due dispositivi molto interessanti che però forse hanno un design che riprende troppo alcuni vecchi modelli già visti, inoltre molto probabilmente alcuni utenti si aspettavano qualche feature i più o qualche specifica superiore rispetto ai modelli delle altre aziende uscite sino ad ora, ma a quanto pare Google ha preferito una strada più sicura e semplice (sicuramente dovuto anche il fatto che questa era la prima collaborazione con Huawei nella creazione di un Nexus).

Per farvi capire meglio di cosa stiamo parlando andiamo ad analizzare proprio il Nexus 6P:

  • DESIGN

nexus-6p-13

Come potete vedere si differenzia molto da suo predecessore (il Nexus 6), per prima cosa il corpo è completamente in metallo con le solite fresature laterali che ormai troviamo su tutti i top di gamma, sulla parte alta della scocca posteriore è stata “marcata” la presenza della fotocamera da 12MP attraverso una cornice di colore nero definita da molti antiestetica. Sotto alla fotocamera troviamo per la prima volta il rilevatore d’impronte digitali anch’esso con una cornice argentata che ne marca i contorni. I colori in cui verrà distribuito il dispositivo saranno: bianco, oro, argento e nero.

  • DISPLAY E INTERFACCIA

Nexus-6P-Hands-ON-AH-9

Come sul precedente modello anche Nexus 6P è dotato di un display molto generoso che però scende dai 6 ai 5.7 pollici ma rimane sempre con tecnologia AMOLED e con una risoluzione QHD, la densità di pixel è superiore a quella di N6 ma non sappiamo ancora con precisione quale sia.

Ovviamente avendo installato Android 6.0 Marshmallow “liscio” l’esperienza di utilizzo rimane la più fluida che si possa desiderare (oltre al fatto che come ben sappiamo i dispositivi Nexus sono molto propensi al modding), inoltre con l’introduzione del riconoscitore d’impronte digitali ora potrebbe anche essere introdotta una interessante feature con Android Pay.

  • PROCESSORE E FOTOCAMERA

google-nexus-6x-5p-sg-15-680x383

Passiamo alla nota definita da molti dolente, il processore. La maggior parte degli utenti si aspettava un qualcosa di davvero “mostruoso” e performante, ma “purtroppo” si sono dovuti ricredere quando durante la presentazione del Nexus 6P è stato detto che il dispositivo avrà a bordo uno Snapdragon 810 con “soli” 3GB di RAM e una Adreno 430 GPU. Per quanto riguarda la memoria disponibile avremo la possibilità di scegliere tra il modello da 32GB, 64GB e 128GB (ovviamente con prezzi differenti).

La fotocamera non è mai stata il punto di forza dei Nexus ma in questo caso a quanto pare l’azienda ha voluto cambiare marcia e provare a puntare anche sulla qualità dell’immagine da noi scattata portando una fotocamera posteriore da 13MP e una anteriore da ben 8MP. Potremo inoltre catturare video in 4K e sulla fotocamera principale per aiutarci nella messa a fuoco sarà presente un “laser-assist auto-focus”.

  • PREZZO 

Per concludere passiamo ad un’altra nota dolente di questo Google Nexus 6P, il prezzo che in Italia arriverà quasi ad eguagliare quello di iPhone 6s, si avete capito bene, durante la fine della conferenza Google di ieri è stato sveltato che il prezzo previsto per il nuovo Nexus 6P sarà di ben 699€.

 

 

 

Tagged under
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: