Log In

ANDROID M: Ecco come è

Dave Burke sale sul palco ed inizia subito a parlare del prossimo update Andorid M ed parte con quello che la maggior parte di noi aspettavamo, ovvero il sistema di autorizzazioni alla app, ovvero hanno dato agli utenti la possibilità di controllare come vengono condivise i propri dati con le applicazioni.

LEGGI ANCHE:ANDROID M REINTRODURRÀ IL VECCHIO SISTEMA DI AUTORIZZAZIONI ALLA APP

image_new

Ovviamente potremmo decidere di variare le nostre decisioni e soprattutto con gli aggiornamenti delle app non ci sarà bisogno di settare nuovamente i permessi.

Chrome Custom Tabs

Dopo questa annuncio quasi scontato, è passato al web experience attraverso Chrome con la nuova funzione Chrome Custom Tabs.

image_new-2

Questa nuova funzione è una sorta di tab di Chrome da integrare nelle app e poterà una serie di nuovi benefici, come ad esempio il salvataggio delle password, Autofill.

INTENT SYSTEM

Dopodiché siamo passati al link tra applicazioni, ovvero che molte applicazioni interagiranno tra di loro, questa funzione viene chiamata” intent system“.

image_new-3

E la buoNa notizia per gli sviluppaTori di questa nuova funzione è quella di potere integrare di link verificati.

ANDROID PAY

Ovviamente non poteva mancare la tanto attesa funzione da parte di Android, ovvero Android Pay, cioè la possibilità di effettuare pagamento utilizzando il telfeono, il quale da come si vede dall’immagine sarà semplice e sicuro. Il tutto avverrà utilizzando NFC e Host Card Emulation permettendo anche di effettuare acquisti nelle applicazioni.

image_new

Android Pay è una piattaforma aperta ma nonostante questo non vengono condivisi dati sensibili, dando ciò una maggiore sicurezza per coloro che la vorranno utilizzare. A  proposito del funzionamento, Android Pay funzionerà su tutti i device con NFC e con KitKat e successivi ed è già disponibile in 700 MILA negozi in USA ed inoltre presenta anche il supporto al riconoscimento delle impronte digitali per autorizzare transizioni.

image_new-1

 

GESTIONE CONSUMI: BATTERIA

Con Android M arriverà una nuova funzione per la gestione della batteria chiamata  “Doze“, ovvero un sistema di gestione della batteria “smart” che sarà in grado di riconoscere il movimento del device.image_new-2

Ad esempio, grazie a questa nuova funzione un Nexus 9 con Doze dura il doppio in standby.

image_new-3

ALTRE NOVITA’:

Dopo aver visto quelle che sono le novità più importanti di questo Android M, passiamo a quelle di minore importanza ma comunque da tenere sempre in considerazione, ovvero:

TYPE C

Android M supporterà la connessione Type C e si potrà utilizzare un device Android per ricaricare altri device.

image_new-1

COPIA/INCOLLA

Finalmente è stato migliorato anche il copia/incolla, rendendolo più semplice e facile all’uso.

image_new-2

 

VOLUME

Migliorato il controllo del volume attraverso una nuova grafica, rendendo così il tutto ancora più semplice all’utilizzo.

image_new-3

 

USCITA DI ANDROID M

image_new-4

Purtroppo non è stato detto quando uscirà ma solo per quali dispositivi, ovvero i Nexus 5,6 e 9 saranno i primi a riceverlo. Per il resto ovviamente e per ulteriori novità potrete rimanere su questa pagina in quanto la aggiorneremo non appena ci saranno ulteriori notizie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: